Il blog del mulo

Al posto del cuore (Robert Guédiguian, 1998)

Regia di Robert Guédiguian. Con Ariane Ascaride, Christine Brüher, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Alexandre Ogou, Laure Raoust, Pierre Banderet

Titolo originale À la place du coeur. Drammatico, durata 108 min. – Francia 1998

Clim va a trovare in carcere Bebé, ingiustamente imprigionato da un poliziotto razzista (Bebé è nero), per dirgli che è incinta. I due si conoscono da sempre e anche i familiari sono di casa. Lo sfondo è Marsiglia, con i suoi vicoli e i suoi panni stesi, le sue razze e le sue forti contraddizioni. Sarà la madre della ragazza a trovare la testimone “invitata” a riconoscere Bebé e poi fuggita a Sarajevo, sua terra d’origine.
La morale sembra suggerire il seguente assioma: l’unica risposta al mondo bastardo sono i figli. Ma la militanza dell’autore va oltre, con i buoni nettamente da una parte e i cattivi dall’altra, senza paura di esagerare. Affiatata la squadra degli attori: Ariane Ascaride è la moglie del regista (nonché protagonista di tutti i suoi film), Meylan è il suo miglior amico (nonché interprete di tutti i suoi film), Lare Raoust è una dolce e determinata Clim, Alexandre Ogou lo scultore innamorato di Bebé. Si evoca Léo Ferré (attraverso “Avec le temps”) e si chiudono i pugni come in un film di Ken Loach.

Recensione: https://www.filmtv.it/film/18845/al-posto-del-cuore/

One reply to “Al posto del cuore (Robert Guédiguian, 1998)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star