Il blog del mulo

Balla Coi Lupi (Kevin Costner, 1990) – Versione Integrale 225 Minuti

Regia di Kevin Costner.  Con Kevin Costner, Mary McDonnell, Graham Greene (II), Rodney A. Grant, Floyd Red Crow Westerman, Tantoo Cardinal, Robert Pastorelli, Charles Rocket, Maury Chaykin, Jimmy Herman, Michael Spears, Jason R. Lone Hill, Tony Pierce, Wes Studi, Larry Joshua, Nick Thompson (II), Donald Hotton, Kirk Baltz, Wayne Grace, Nathan Lee Chasing His Horse, Doris Leader Charge, Tom Everett, Annie Costner, Conor Duffy [II], Elisa Daniel, David Fuller, Ryan White Bull, Otakuye Conroy, Percy White Plume, John Tail, Steve Reevis, Sheldon Peters Wolfchild, Redwind Ted Nez, Marvin Holy, Raimond Newholy, Buffalo Child, Clayton Big Eagle, Richard Leader Charge, Marretta Big Crow, Steve Chambers, William H. Burton, Carter Hanner, Bill W. Curry, Kent Hayes, Robert Goldman, Frank P. Constanza, James A. Mitchell, R.L. Curtin

Titolo originale: Dances with Wolves. Genere Western – USA, 1990, durata 180 minuti (225 min.)

Una visione amara e cruda della storia americana e del mito della frontiera

C’era stato un tempo in cui il western era uno dei generi più popolari di Hollywood. Che si trattasse di Gary Cooper in Mezzogiorno di fuoco o Burt Lancaster e Kirk Douglas in Sfida all’OK Corral o Clint Eastwood nella trilogia di Sergio Leone, il vecchio West era un modo sicuro per stare in testa al box office fino agli anni ’70 quando scomparve repentinamente quasi del tutto. Ma Kevin Costner nel 1990 riaprì al meglio la stagione del western e nel giro di tre anni ben due film del genere (per l’appunto Balla coi lupi e Gli spietati) riuscirono ad aggiudicarsi l’ambita statuetta di miglior film agli Oscar. E per la prima volta Hollywood “premiò gli Indiani” (e lo fece nella persona di Costner, un diretto discendente della tribù Cherokee) anche se non era certo il primo western della parte dei nativi americani.
La pellicola si guadagna un indiscusso posto d’onore nella storia del cinema, non sfigurando di fronte ad un inevitabile confronto con i maestri di sempre. Ed è certo il solo film di questi ultimi vent’anni ad affrontare il mito del West, oggetto di tanto revisionismo annunciato, con una passione e un realismo che vanno in direzione della leggenda anziché della demistificazione.
Diretto e coprodotto oltre che interpretato dallo stesso Kevin Costner è un debutto impressionante. Ne sono state più volte sottolineate le debolezze che sfiorano il manicheismo e il culto dello spettacolo, non considerando invece come riesca a coniugare i canoni propri del genere a vantaggio di una narrazione epica che conferisce un raro stato di grazia e di sentito a questo racconto elegiaco interessato più che alla fedeltà storica a una verità morale e antropologica. Ma gli intenti di Costner non rifuggono spesso dall’utopia. Balla coi lupi ha la forza e i difetti della sua semplicità e della sua programmatica generosità, conservando una qualità indiscutibilmente emozionante: quella di contribuire a trasmettere l’invito a conoscere l’altro prima di decidere di combatterlo o sterminarlo

Recensione di Annarita Mazzucca: https://www.mymovies.it/film/1990/ballacoilupi/

One reply to “Balla Coi Lupi (Kevin Costner, 1990) – Versione Integrale 225 Minuti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star