Il blog del mulo

GLI ABBRACCI SPEZZATI (Pedro Almodóvar, 2009)

Un film di Pedro Almodóvar con Penélope CruzLluís HomarBlanca PortilloJosé Luis GómezRubén Ochandiano Titolo originale: Los Abrazos Rotos. Genere Drammatico – Spagna2009durata 129 minuti. Uscita cinema venerdì 13 novembre 2009 distribuito da Warner Bros Italia. –

Mateo Blanco è stato un regista. Oggi non lo è più. È un non vedente che ha deciso di tagliare i ponti con il passato cambiando anche nome. Ora firma romanzi, soggetti e sceneggiature con lo pseudonimo Harry Caine. È ancora un uomo affascinante che ha deciso di prendere dalla vita quello che gli può ancora dare ma, al contempo, che sa di avere un grande bisogno dell’assistenza della produttrice Judit e di suo figlio Diego. La donna conosce perfettamente il tragico triangolo che ha visto coinvolto Mateo, il ricco Ernesto Martel e l’affascinante Lena. Harry deciderà di narrarlo anche a Diego.
Pedro Almodóvar può essere definito il Giano Bifronte del cinema contemporaneo. Come l’antica divinità ha uno sguardo che si volge al passato e uno indirizzato al presente e al futuro. Alternativamente, e secondo modalità che verrebbe da definire programmatiche, ce ne presenta ora l’uno ora l’altro. Se in Volver l’occhio era rivolto a un presente di passioni e di sentimenti che si volgevano verso un passato individuale che ne innervava l’essenza, in Gli abbracci spezzati lo sguardo è rivolto rigorosamente all’indietro, verso il cinema e il piacere della costruzione narrativa tanto inattaccabile quando fredda.
Tutto è magistrale nel suo cinema e quindi anche qui. La cecità come condizione esistenziale in cui l’immagine si fa ricordo, il cinema classico che finisce con l’ispirare addirittura il titolo del film (la sequenza del ritrovamento dei due cadaveri colti abbracciati dalla lava in Viaggio in Italia di Rossellini vista dai due protagonisti in un momento di distesa intimità), il cinema che narra il farsi del cinema nello stesso momento in cui mette in gioco un artificio narrativo tanto palese da dover essere denunciato («Questo è un fatto che succede solo nei film»). Tutto ciò e molto altro è presente nel film del regista mancheco che sfoggia come sempre rigore stilistico e cinefilico. Onore al merito. Ma la sua grandezza si esalta maggiormente quando, sulle orme del suo conterraneo letterario, combatte, vincendo, con i mulini a vento che agitano il cuore dell’essere umano.

commento di Giacarlo Zappoli visibile quì:

https://www.mymovies.it/film/2009/gliabbraccispezzati/

tres, che oggi, Domenica vi propone questo bel film tratto dal mio DVD con il consueto software DVDFAB11, e se avete interessa per la mia salute, vi dico che, pur non avendo ancora i referti, sembra che mi dovrete sopportare almeno fino a fine anno!

3 replies to “GLI ABBRACCI SPEZZATI (Pedro Almodóvar, 2009)

  1. sn G R A Z I E
    ciao DOC
    un passo alla volta senza fretta,
    la Tua salute mi sta molto a cuore
    e se nn puoi postare salta un giorno, prendiTi il Tuo tempo,
    grz x tti i titoli ke avete messo.
    saluti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star