Il blog del mulo

Green book (Peter Farrelly, 2018)

Un film di Peter Farrelly con Viggo MortensenMahershala AliLinda CardelliniSebastian ManiscalcoP.J. Byrne.Cast completo Genere Commedia – USA2018

New York City, 1962. Tony Vallelonga, detto Tony Lip, fa il buttafuori al Copacabana, ma il locale deve chiudere per due mesi a causa dei lavori di ristrutturazione. Tony ha moglie e due figli, e deve trovare il modo di sbarcare il lunario per quei due mesi. L’occasione buona si presenta nella forma del dottor Donald Shirley, un musicista che sta per partire per un tour di concerti con il suo trio attraverso gli Stati del Sud, dall’Iowa al Mississipi. Peccato che Shirley sia afroamericano, in un’epoca in cui la pelle nera non era benvenuta, soprattutto nel Sud degli Stati Uniti. E che Tony, italoamericano cresciuto con l’idea che i neri siano animali, abbia sviluppato verso di loro una buona dose di razzismo. Green Book è basato sulla storia vera di Shirley, un virtuoso della musica classica, e del suo autista temporaneo nel loro viaggio attraverso il pregiudizio razziale e le reciproche differenze. Il musicista nero è istruito, parla molte lingue, veste come un damerino e non sopporta volgarità e bassezze, mentre Tony Lip è ignorante, parla con un pesante accento del Bronx costellato di espressioni pseudoitaliane, mangia sempre fast food con le mani e quelle mani le mena volentieri. Ma anche per questo Tony è l’uomo giusto per accompagnare il raffinato musicista di colore e risolvere a modo suo i tanti problemi che l’improbabile duo incontrerà lungo il cammino. Sarebbe troppo facile etichettare Green Book come un A spasso con Daisy a parti invertite, e non farebbe giustizia ai molti livelli che questo film smaccatamente mainstream nasconde sotto la patina ultracool di un’America anni Sessanta in cui la musica, gli abiti e gli ambienti sono letteralmente da urlo. Ma alla regia c’è Peter Farrelly, metà del duo di fratelli che ha sdoganato il politically incorrect sul grande schermo con film come Tutti pazzi per Mary e Scemo & più scemo, e chi meglio di lui poteva attraversare gli stereotipi etnci e razziali senza negarli, costruendo una storia (scritta insieme a Brian Currie, anche produttore, e a Nick Vallelonga) che è per tre quarti commedia esilarante e per il restante quarto dramma ancora attuale?

commento visibile qui:

https://www.mymovies.it/film/2018/green-book/

tres, che tornato dopo tanti giorni, si sente in dovere di proporvi questo film in Italiano dopo avervi proposto quello sottotitolato (quanto alla qualità a me sembra migliore quello sottotitolato!) poi, ricorda a tutti che Lufthansa non è solo una cacca, ma è anche ladra e Nazista, quanto a questo Governo credevo che il peggiore fosse Toninelli, ma ho scoperto che c’è un sottosegretario ancora peggio di lui: “Sibilla” che in prima pagina del “Corriere della Sera”  viene definito così “Qualunque sia lo stipendio di Sibilla, commisurato alla sua intelligenza delle cose, è sempre troppo!”

4 replies to “Green book (Peter Farrelly, 2018)

Leave a Reply to sn G R A Z I E Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star