Il blog del mulo

Il contagio (Matteo Botrugno, Daniele Coluccini, 2017)

Regia di Matteo Botrugno, Daniele Coluccini. Con Vinicio Marchioni, Anna Foglietta, Maurizio Tesei, Giulia Bevilacqua, Vincenzo Salemme, Daniele Parisi, Michele Botrugno, Alessandra Costanzo, Lucianna De Falco, Carmen Giardina, Fabio Gomiero, Flonja Kodheli, Nuccio Siano

Genere Drammatico – Italia, 2017, durata 105 minuti

Nè buoni nè cattivi: un’opera a cui l’assoluta attualità si lega a un’altrettanto assoluta assenza di giustificazionismo

In un condominio di borgata incontriamo diversi personaggi tra cui emergono Marcello, un ex culturista cocainomane sposato con Chiara ma da tempo in rapporto intimo con lo scrittore Walter, e Mauro che spaccia droga ma vuole cambiare ambiente facendo strada nel mondo degli affari mentre il rapporto con la moglie Simona si va deteriorando.
Ispirato dal romanzo omonimo di Walter Siti pubblicato nel 2008 il film di Botrugno e Coluccini ha le caratteristiche della più assoluta attualità unite a un’altrettanto assoluta assenza di giustificazionismo.
Nella Roma che portano sullo schermo non ci sono i buoni e i cattivi, non ci sono i borgatari da assolvere in quanto vittime e i pariolini e i politici da portare, soli, alla sbarra. Non c’è più nella maniera più totale la Roma pasoliniana (e qui la figura del professore interpretata da Salemme richiama, con qualche sottolineatura di troppo, il poeta e il suo pensiero). Il suo posto è stato preso da un indistinto cinismo che ha soppresso qualsiasi valore in nome di una coazione a ripetere che si associa a una inerzia dominata dal dilagare della corruzione.
Viene in mente una precisa definizione di Papa Francesco che paragona la corruzione all’alitosi che viene avvertita non da chi ne è affetto ma dagli altri. I corrotti e corruttori di questo film non sembrano essere più in grado nemmeno di rendersi conto di quanto sia mefitico il loro agire. Non per questo sono meno colpevoli. Anzi le loro azioni prive di qualsiasi remora o senso di colpa si rivela ancora più gravide di conseguenze quando poi si esercitano sui più indifesi.

Recensione di Giancarlo Zappoli: https://www.mymovies.it/film/2017/il-contagio/

One reply to “Il contagio (Matteo Botrugno, Daniele Coluccini, 2017)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star