La mia droga si chiama Julie (François Truffaut, 1969)

Regia di François Truffaut. Con Jean-Paul Belmondo, Catherine Deneuve, Nelly Borgeaud, Martine Ferriere, Marcel Berbert, Yves Drouhet, Michel Bouquet, Roland Thenot

Titolo originale: La sirene du mississipi. Genere: Sentimentale, durata 120 min. – Francia, 1969

Louis Mahé (Jean-Paul Belmondo) vive nell’isola di Réunion e ha sposato Julie (Catherine Deneuve), dopo averla conosciuta per corrispondenza. Lei è molto più bella che nelle fotografie e si giustifica dicendo di avergli mandato quelle di una vicina, per metterlo alla prova. In realtà è una truffatrice e assassina di nome Marion che, dopo aver dato fondo al conto in banca di Louis, fugge. Ma l’uomo ormai è innamorato di lei. La fuga di Louis e di Julie/Marion è anche una fuga senza compromessi dalla civiltà e dalle sue regole e giustamente non si chiude sull’ultimo fotogramma: alla fantasia dello spettatore viene lasciato il compito di immaginarsi una conclusione. Film idolatrato dai cinéphiles, mescola melodramma e genere poliziesco e si avvale della presenza di una sfolgorante Deneuve e di un fascinoso Belmondo. Tratto da un romanzo di Cornell Woolrich.

Recensione: https://www.filmtv.it/film/4299/la-mia-droga-si-chiama-julie/

2 replies to “La mia droga si chiama Julie (François Truffaut, 1969)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star