Il blog del mulo

LA TERRAZZA (Ettore Scola)

Un film di Ettore Scola con Ombretta ColliVittorio GassmanUgo TognazziJean-Louis TrintignantMarcello Mastroianni Genere Drammatico – ItaliaFrancia1980

Una cena su una terrazza romana è occasione di incontro per un gruppo di intellettuali che parlano, discutono, litigano anche. Da questa cornice si sviluppano poi le storie di uno sceneggiatore a corto di idee, di un giornalista incapace di rinnovarsi, di un consigliere Rai incline alla depressione, di un volgarotto produttore cinematografico e di un deputato comunista dubbioso e adultero. Un anno dopo, quando il tempo avrà cambiato qualche equilibrio, si rincontrano nello stesso luogo, forse più consapevoli.
In maniera più sotterranea rispetto a C’eravamo tanto amati, Ettore Scola dà vita ad un altro affresco umano idealmente orientato al passato, pullulante di personaggi che vivono nella continua nostalgia per un periodo in cui la vita poteva essere percepita nella sua pienezza. Nonostante ciò, La terrazza ha il merito di non essere mai un lavoro piagnucoloso, costruito sul teorema del rimpianto e della rinuncia, sfoggiando, invece, uno sguardo lucido e sempre consapevole su ogni elemento messo in scena. Con la sua struttura episodica eppure omogenea, questa saga generazionale di largo respiro e collaudato mestiere, difatti, ha un importante valore simbolico per quella commedia all’italiana di cui è spesso considerata il canto del cigno, a partire dalle intenzioni del regista: “Volevo che fosse la commedia per eccellenza, la commedia sulla commedia, la commedia autocritica degli autori della commedia, di una generazione di intellettuali romani”» (I grandi generi cinematografici – Non ci resta che ridere, Mondadori).
Con pregevoli variazioni di tono, pur nella comunanza del medesimo orizzonte di frustrazione, ciascuno dei cinque episodi dimostra la felice mano di un autore che sa alternare, come pochi altri, momenti di umorismo, rasoiate di cattiveria e attimi di reale e profonda commozione: su tutti Serge Reggiani che si lascia andare sul set di una produzione televisiva di Il Capitan Fracassa, testo che lo stesso Scola porterà al cinema, dieci anni più tardi, con Massimo Troisi. Inevitabilmente quanto volutamente, a fare i conti con il passato non sono soltanto i personaggi, ma anche gli stessi attori, impegnati in un match, anche doloroso, con la loro riconoscibilità di “tipi” oltreché di divi ormai maturi. All’assortito reparto maschile, tutti davvero grandi, corrisponde uno femminile, altrettanto interessante, in cui spiccano Carla Gravina e Stefania Sandrelli.
Premiata al Festival di Cannes, la sceneggiatura porta le firme del regista e di Age & Scarpelli, penne di diamante del nostro cinema che, in La terrazza, misero molto della loro esperienza personale. La durata fuori dal normale non ingolfa il motore di un film che può contare su una scrittura oliata a meraviglia. Ottima fotografia di Pasqualino De Santis.

commento di Marco Chiani visibile qui:

https://www.mymovies.it/film/1980/laterrazza/

tres, che interrompendo il silenzio estivo vi propone questo film, tatto dal mio DVD con il consueto software DVDFAB11

3 replies to “LA TERRAZZA (Ettore Scola)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star