Il blog del mulo

Liz e Dick (Lloyd Kramer, 2012)

Regia di Lloyd Kramer. Con Lindsay Lohan, Grant Bowler, David Hunt, Taylor Gerard Hart, Massi Furlan, Tanya Franks, Henry Hereford

Titolo originale: Liz and Dick. Genere Drammatico, durata 88 min. – USA, 2012

Richard Burton ha intravisto per la prima volta Elizabeth Taylor a un party ma l’occasione per incontrarla veramente gli viene offerta quando ottiene la parte di Marco Antonio in Cleopatra. Nasce immediatamente la passione che proseguirà a lungo. Sono entrambi sposati ed hanno figli e quindi per l’epoca lo scandalo è grande. Tra litigi e riappacificazioni si sposeranno due volte.
L’interesse di questo tv movie potrebbe essere definito come extradiegetico. Non interessa cioè tanto assistere alle diatribe e ai riavvicinamenti di due star del calibro dei protagonisti. Perlomeno non fino a quando non si innesta nella loro vicenda sentimentale la frustrazione di Burton per i due Oscar assegnati alla compagna, riconoscimento che a lui non andrà mai. In questa parte del tv movie si può leggere in filigrana la vicenda di tante coppie dello star system distrutte proprio dalla rivalità sul piano professionale.
Si può anche sorvolare sul fatto che non si faccia il minimo cenno a un film che segnò la loro relazione portando sulla scena (così come Chi ha paura di Virginia Woolf?) una rappresentazione traslata delle loro dinamiche di coppia: La bisbetica domata diretto da Franco Zeffirelli. Non è neppure troppo importante la scelta di far narrare le vicende dai due come se fossero presenti post mortem e rivisitassero il passato (in effetti entrambi parlarono di sé in una sorta di trasmissione-confessione).
Ciò che conta è la presenza di Lindsay Lohan. Una delle attrici più promettenti di Hollywood che sta gettando alle ortiche il proprio talento grazie a trasgressioni che non si limitano a garantirle le prime pagine dei giornali di gossip ma incidono anche sul suo fisico. Ecco allora una Lindsay ingrassata e con il doppio mento entrare con facilità nei panni di Liz Taylor che non fu mai brevilinea (Dick lo sottolinea più volte nel corso della vicenda) e fare di necessità virtù. La Lohan è abilissima nell’atteggiarsi a diva e anche se le manca il fascino segreto della grande star hollywoodiana riesce comunque ad offrire un ritratto credibile della Taylor anche se non è sorretta dalla sceneggiatura che raramente va oltre una semplice correttezza formale.

Recensione di Giancarlo Zappoli: https://www.mymovies.it/film/2012/lizdick/

One reply to “Liz e Dick (Lloyd Kramer, 2012)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star