Il blog del mulo

L’ULTIMA ESTATE (Eleonora Giorgi)

Un film di Eleonora Giorgi con Roberto FarnesiDaniela PoggiFrancesca FerrazzaGabriele PenterianiManuele Pica Genere Commedia – Italia2009, Uscita cinema venerdì 11 dicembre 2009 consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16

Roma. Tre uomini tentano di scassinare un bancomat, ma vengono sorpresi da tre carabinieri su una gazzella. Ne scaturisce un inseguimento con sparatoria in cui muore uno dei carabinieri. Passano alcuni mesi. Massimo, l’uomo ingiustamente accusato dell’omicidio, è in carcere in attesa di giudizio e riceve le visite del figlio, il diciottenne Paolo. Da piccolo Paolo ha seguito il padre a Roma, ma è originario di Lampedusa, dove la madre vive con un nuovo compagno. Ora Paolo gestisce un’officina abusiva insieme ai suoi amici Ciccio e Nina, fratello e sorella. I tre ragazzi si riforniscono di pezzi di ricambio con furti di miniauto e motorini. Una notte, nell’ennesima miniauto rubata, trovano una ragazza, la diciottenne Ilaria, che si fa liberare promettendo di non denunciarli. Ilaria appartiene a un mondo lontano da quello di Paolo, quello dell’alta borghesia. Frequenta ragazzi ricchi, viziati, arroganti, corrotti dal gioco d’azzardo e dalla droga. Vive con la madre, con cui ha un rapporto conflittuale, e soffre per l’assenza del padre, scomparso di recente. Paolo, subito colpito da Ilaria, la cerca e la ritrova. I due si incontrano di nuovo e si innamorano l’uno dell’altra. Nasce così un folto gruppo di amici, formato dai compagni di Paolo e dall’amica del cuore di Ilaria, Valentina. Arriva l’estate e tutti insieme partono per trascorrerla a Lampedusa. Ilaria si allontana dalla cupezza, Paolo si ripromette di abbandonare i furti, e nasce anche l’amore tra Valentina e Ciccio. Ma intanto Massimo scopre che Ilaria è figlia del carabiniere ucciso. Ignari della verità, Paolo e Ilaria si ritroveranno in tribunale…
Presentato in anteprima alla 39ª edizione del Giffoni Film Festival, L’ultima estate è un mélo sull’adolescenza come età della scoperta, delle iniziazioni, del primo amore, della frenesia, dell’intensità. Nel film l’adolescenza è vista e presentata come il periodo in cui si vive tutto in modo estremo, ci si sente al centro del mondo, si vuole crescere e si ha paura di crescere, si sta tra individualismo e gruppo, tra voglia di esprimere se stessi, di distinguersi, e voglia di aggregazione, di condivisione, di appartenenza. È l’adolescenza come sete di assoluto, unicità e irripetibilità, come tempo delle incertezze, delle contraddizioni, dell’apertura infinita delle possibilità, e del distacco dai genitori.
Lo scontro tra genitori e figli diventa scontro tra repressione e ribellione, tra costrizione e libertà, tra principio di realtà e principio di piacere. Da una parte c’è Paolo, giovane sottoproletario che si scontra con il padre, con i suoi errori e i suoi rimorsi; dall’altra c’è Ilaria, giovane alto-borghese che si scontra con la madre e con le sue egoistiche imposizioni. In entrambi i casi, le colpe dei genitori non possono ricadere sui figli: emerge così la necessità di ricordare il passato per superarlo, andare avanti, elaborare il dolore e creare qualcosa di nuovo.
Si tratta di un mélo, e dunque sono diversi gli elementi classici del genere presenti nel film: l’amore contrastato alla “Romeo e Giulietta”, i rapporti difficili tra madre e figlia, il peso del passato, l’incrociarsi dei destini, il gioco del caso, e soprattutto l’evento d’amore. Nel film, l’amore si afferma come evento, come incontro amoroso. Questo incontro è spazio e pratica del due, del rapporto tra-due. L’incontro d’amore nasce da una convergenza aleatoria di contingenze casuali che diventa necessità e porta alla creazione di un mondo-a-due, di un’isola, come quella di Lampedusa, dove alla fine del film Paolo e Ilaria si rifugiano per coronare e realizzare il loro sogno d’amore.

commento di Francesco Rufo visibile quì:

https://www.mymovies.it/film/2009/lultimaestate/

tres, che vi propone un altro film rippato dal mio DVD con il consueto software DVDFAB11

5 replies to “L’ULTIMA ESTATE (Eleonora Giorgi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star