Il blog del mulo

L’ULTIMA MISSIONE ( Olivier Marchal)

Un film di Olivier Marchal con Daniel AuteuilOlivia BonamyCatherine MarchalPhilippe NahonFrancis Renaud Titolo originale: MR 73. Genere Azione, – Francia2008durata 121 minuti. Uscita cinema venerdì 18 aprile 2008 distribuito da Medusa. –

Un serial killer insanguina le strade di Marsiglia. Poliziotto alla deriva, Louis Schneider conduce l’indagine tra i fantasmi del passato e i contrasti coi colleghi corrotti. Parallelamente, Justine, sopravvissuta al massacro dei genitori 25 anni prima, attende con ansia l’uscita di prigione dell’assassino che Schneider stesso aveva arrestato.
Cupo e disperato l’ultimo polar di Olivier Marchal. Se 36 Quai des Orfèvres combinava con stile ineccepibile la psicologia del polar alla Melville con l’azione dei thriller di Hong Kong, L’ultima missione si lascia pilotare dalle sofferenze senza uscita del suo protagonista. Dal mitico quai des Orfèvres parigino a una personalissima Marsiglia, dove ambienti tetri e piovosi non sono che il rimando all’interiorità del personaggio. Daniel Auteuil è come sempre catalizzatore nei panni del poliziotto fallito: magnifico clichè dell’anti-eroe noir. E la prossimità ai personaggi è resa esplicita da una macchina da presa sempre coinvolta, al limite del toccare i volti con l’obiettivo. Ex poliziotto, Marchal rende la messa in scena passionale, dando una certa credibilità tragica ai rapporti tra colleghi corrotti. Coinvolto a tal punto nella vicenda, usa uno stile a volte ridondante, barocco, ma efficace.
Certo, Marchal eccede in tutto, gira un film che sembra troppo personale e disperato, dove s’intrecciano trame parallele non sempre sviluppate quando ne sarebbe bastata una sola. Come travolto dal coinvolgimento, si disinteressa agli ingranaggi del racconto per concentrarsi sulle passioni che divenute iperboliche peccano spesso d’artificiosità. I due personaggi paralleli, Louis e Justine, che entrambi affrontano il dolore reagendo in maniere opposte, rappresentano fin troppo pedantemente delle figure morali. In secondo piano passa anche l’azione, aspetto che restava pur sempre tra i più riusciti di 36.
Ma, in fin dei conti, è proprio nei suoi eccessi, nell’amore per il cinema e nel trasporto con cui è filmato, che L’ultima missione apporta un tocco di novità e interesse al genere.

commento di Matteo Treleani visibile quì:

https://www.mymovies.it/film/2008/lultimamissione/

tres, che  nell’offrirvi questo film (rippato dal mio DVD) vi chiede se avete letto della truffa perpetrata da Alitalia (si veda il Corriere della Sera di ieri) ove compare evidente che biglietti comprati sul sito web di Alitalia vengono raddoppiati in Aeroporto e a chi si rifiuta viene negato l’imbarco! A mio avviso la pluri fallita Alitalia sarebbe un vantaggio per tutti i contribuenti se sparisse una volta per tutte!

One reply to “L’ULTIMA MISSIONE ( Olivier Marchal)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star