NIENTE DI NUOVO SUL FRONTE OCCIDENTALE ( Edward Berger)

Regia di Edward Berger un film con Daniel BrühlSebastian HülkAlbrecht SchuchAnton von LuckeDevid Striesow Titolo originale: All Quiet on the Western Front. Genere DrammaticoStorico, – GermaniaUSA2022durata 127 minuti. Uscita cinema mercoledì 12 ottobre 2022 distribuito da Lucky Red.

Paul Bäumer, giovane studente galvanizzato dal discorso patriottico del suo professore, si arruola volontariamente nell’esercito imperiale tedesco. Insieme a un pugno di compagni parte per il fronte occidentale. In trincea l’euforia iniziale volge in disperazione e il primo bombardamento manda in frantumi gli ideali che gli avevano inculcato. Paul scopre l’orrore della Prima Guerra Mondiale e perde le sue illusioni con i compagni, falciati uno dopo l’altro. Tra l’ottusità dei superiori e la determinazione del nemico, marcia lentamente verso l’armistizio e la morte.

Durante la Prima Guerra Mondiale il cinema diventa ‘maggiorenne’, si producono i primi lungometraggi e i primi film di guerra ‘spettacolari’ (Nascita di una nazione, 1915). Ma è la Seconda Guerra Mondiale a fornire a Hollywood, specialmente, una materia prima inesauribile e malleabile.

Coi suoi fronti mobili e i suoi teatri operativi sparsi ovunque sul pianeta, quel conflitto offriva tutti gli ingredienti dello spettacolo: movimento, esoticità, suspense. La Prima Guerra Mondiale al contrario, statica e ripetitiva, si prestava alla melopea o alla requisitoria (Per la patria di Abel GanceLe croci di legno di Raymond BernardLa grande parata di King Vidor). Un secolo più tardi, la formula è ancora intatta, Spielberg ravviva quell’avventura lirica puntando sulla grazia formale e su un cavallo (sovente) senza cavaliere (War Horse). Ma Sam Mendes cambia le regole nel 2019, girando un film sulla Grande Guerra improntato ai codici della Seconda (1917). Il fronte si sposta più avanti insieme a un soldato che corre contro il tempo e dentro un piano sequenza che toglie il fiato.

Spetta a Edward Berger, tre anni dopo, tornare ai fondamentali, azzerare la corsa e restituire la Prima Guerra Mondiale alla sua immobilità e alla sua ostinazione, per dire meglio la retorica degli ufficiali, la loro inerzia, la loro autorità priva di perspicacia e di conoscenza umana.

Niente di nuovo sul fronte occidentale si muove su due fronti, quello fisico del fango delle Argonne, della Champagne o della Somme, che esauriva i combattenti di entrambi i campi, saldati al suolo dai loro pesanti scarponi, e quello intangibile della retorica, accomodata nei salotti o nei velluti di vagoni con generali e burocrati votati alla follia. La follia di offensive e controffensive che si susseguono senza sosta ‘sul fronte occidentale’ per un crinale, un passaggio o più vanamente per qualche metro di terreno. Gli uomini attaccano e muoiono. Solo i vivi si spostano, riprendono la posizione e poi la perdono. Di quella generazione sacrificata da un’élite militare dissennata, riferisce il film di guerra antiguerra di Berger, riecheggiando le pagine di Erich Maria Remarque. Terza volta al cinema per il suo bestseller risolutamente pacifista sulla gioventù schiacciata dalla Grande Guerra.

commento visibile quì:

https://www.mymovies.it/film/2022/niente-di-nuovo-sul-fronte-occidentale/

tres, che nel proporvi questo film non può fare a meno di notare che a Milano, il Sindaco uscente, Beppe Sala,  ha fatto solo del male e quindi mi auguro che il prossimo Sindaco sia Urbano Cairo, magari sostenuto dai consigli saggi di Gabriele Alberini!

8 replies to “NIENTE DI NUOVO SUL FRONTE OCCIDENTALE ( Edward Berger)

    1. Caro Tres, io penso che quando si “prende” qualcosa che viene offerto, il ringraziare sia il minimo che si possa fare.
      P.S.
      Spero che la tua salute migliori, col tempo. Non so quali siano i tuoi problemi ma leggo quello che scrivi, e tu, quasi giustificando la tua temporanea assenza (e non hai davvero da giustificare niente a nessuno), scrivi di salute. Ecco, qualunque sia/siano i tuoi problemi, ci sia un futuro (rapido, magari) di miglioramento, fino all’eliminazione dei problemi. Lo spero davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star