Il blog del mulo

PROFESSIONE: REPORTER (Michelangelo Antonioni)

Un film di Michelangelo Antonioni con Jack NicholsonMaria SchneiderIan HendryJenny RunacreAngel Del PozoJames Campbell Genere Drammatico – Italia1975durata 126 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13

Inviato nell’Africa settentrionale per un servizio sulla guerriglia, David Locke, giornalista televisivo angloamericano, assume i documenti e l’identità di un certo David Robertson, morto d’infarto in un hotel del Sahara. È come se, fra tutte le vite, sorteggiasse una vita qualunque, lasciandosi sedurre dall’avventura di esistere in un altro modo, pur intuendo e poi sapendo che questa seduzione porta soltanto a uno scacco o alla morte. Così accadrà. Da un soggetto di Mark Peploe che ha collaborato alla sceneggiatura con David Wollen e il regista, è uscito un “film intimista d’avventure”, un giallo che si porta addosso un mistero. Questa ossatura narrativa – non nuova in Antonioni e, come il solito, incongruente e persino inattendibile – si confronta col mestiere di riferire la verità (?) e si esprime con la tecnica dell’intervista. “Si ha la sensazione che una mano documentaria segua e registri la mano che sta inventando la storia e che si crei una tensione fortissima fra queste due mani, che è la vera tensione del film” (Furio Colombo), quasi si tentasse di dare una verità più grande di quanto ne possa contenere la trama. Ma il film può essere letto anche come un’autobiografia e un’autocritica. Allora acquistano un senso più profondo la contrapposizione tra gli sfondi desertici del Sahara e le eccentriche architetture di Antoni Gaudí a Barcellona, l’ossessivo indugio sul bianco come colore di morte, le 2 figure femminili (la moglie che, infaticabile e ottusa, cerca le “prove”; la piccola santa senza speranza di M. Schneider), la celebre, virtuosistica sequenza finale di 7 minuti. Fotografia di Luciano Tovoli. In Spagna: El reporter ; nei Paesi di lingua inglese: The Passenger . Nastri d’argento a M. Antonioni per il miglior film e a Tovoli per la fotografia.

commento da “Il Morandini” dizionario dei film visibile quì:

https://www.mymovies.it/film/1975/professionereporter/

tres, che augura a tutti una felice e sana gionata!

vorrei aggiungere un piccolo referendum: chi ritiene che il ministro Speranza non è un perfetto idiota, è pragato di dirlo quì!

tres

5 replies to “PROFESSIONE: REPORTER (Michelangelo Antonioni)

  1. Non so se altri al suo posto avrebbero fatto meglio, come del resto lo stesso Conte.
    Sinceramente, penso non sia facile gestire l’attuale situazione

  2. Esatto Grazyano,
    sono esattamente due perfette nullità, uguali nella stessa presunzione arrogante.
    Speranza è laureato in Scienze politiche con un dottorato in Storia dell’Europa Mediterranea.
    Meditare su chi l’ha messo lì, e con quale tenacia lui incompetente resta attaccato alla poltrona.
    Ezio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star