Il blog del mulo

Vesna va veloce (Carlo Mazzacurati, 1996)

Regia di Carlo Mazzacurati. Con Silvio Orlando, Antonio Albanese, Tereza Grygarová, Roberto Citran, Antonio Catania, Antonio Petrocelli, Patrizia Piccinini, Ivano Marescotti, Marco Messeri, Tony Sperandeo, Raffaele Vannoli, Stefano Accorsi, Ivica Vidovic

Drammatico, durata 92 min. – Italia 1996

Un film d’attualità socialmente velleitario

Vesna, ventunenne ceca, si allontana dalla sua comitiva e rimane a Trieste con la precisa intenzione di fare la prostituta. Dopo le prime difficoltà iniziali i soldi cominciano ad arrivare. Gli incontri con gli uomini sono tutt’altro che dolorosi, l’unico che la tratta male (anzi, malissimo, le dà una coltellata) è un magnaccia jugoslavo. La soccorre il mite Antonio (Albanese) che si innamora di lei. Dopo una breve convivenza con qualche dolcezza reciproca, la ragazza preferisce continuare la sua vita. Trovata senza passaporto, fugge per non essere rimpatriata, e finisce sotto un camion. Film iporealista con qualche buona idea (carrellate sulle vetrine del consumo per esempio) ma con gravi mancanze di sceneggiatura e malamente servito dalla colonna sonora (Jan Garbarek). Niente è ben definito e non si capisce quale sia la tesi del film: la ragazza non è vittima innocente di alcun sistema, è perfettamente consapevole di quello che fa. Film assolutamente rappresentativo dell’attuale movimento del cinema italiano, socialmente velleitario e limitato a una triste e sterile denuncia senza la minima proposta. Storie povere e d’attualità rappresentate da soli caratteristi.

Recensione: https://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=27441

 

One reply to “Vesna va veloce (Carlo Mazzacurati, 1996)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star