Il blog del mulo

ZABRISKIE POINT (Michelangelo Antonioni)

Un film di Michelangelo Antonioni con Paul FixRod TaylorMark FrechetteDaria HalprinBill GarawayHarrison FordCast completo Genere Drammatico – USA1970

L’amore tra una ragazza benestante e uno studente ribelle di Los Angeles che ruba un aereo alla ricerca della libertà. Finale profetico esplosivo in forma di apocalisse capitalistica. La sproporzione tra idee e apparato figurativo, tra esilità della storia e terribilità della conclusione irritò la critica americana, ma l’esilità (la superficialità) non è soltanto della storia: è l’invenzione registica che bisogna mettere in discussione, è la pregnanza figurativa che manca, sostituita da una compiaciuta lussuria fotografica (Alfio Contini). È il film di un provinciale che punta al grandioso. Sam Shepard collaborò alla sceneggiatura. Una buona colonna rock con (fra gli altri) Pink Floyd, Grateful Dead e Rolling Stones.

commento da “Il Morandini” dizionario dei film 2017 visibile quì:

https://www.mymovies.it/film/1970/zabriskiepoint/

tres, che augura a tutti buona domenica, e sconsiglia vivamente di utilizzare Fastweb per esperienza personale!

5 replies to “ZABRISKIE POINT (Michelangelo Antonioni)

  1. Lasciatemelo dire: il Morandini è spesso assai spocchioso.
    Vidi il fil in sala nel 1970 (eh sì non sono proprio giovanissimo!) e ne fui profondamente affascinato. Corsi ad acquistare la colonna sonora (Allora si trattava ovviamente di un LP) e ancora oggi mi capita di riascoltarla.
    Qualche anno fa, rivedendo il film, mi sono annotato il seguente commento:
    “Un giovane anarchico individualista ruba un aereo, sorvola il deserto e vi atterra incontrando una ragazza che, alla guida di un’auto, insegue se stessa. Antonioni interpreta a modo suo l’epoca della contestazione globale e lo fa con l’eleganza delle immagini perfettamente fuse con la colonna sonora. Il film è anticipatorio: solo una gigantesca esplosione potrebbe soddisfare la giovanile voglia di cambiamento, ma nella realtà l’esplosione dei valori tradizionali e dei suoi simboli resta un desiderio e la rabbia giovanile rimarrà in buona parte sterile. La critica fu stroncante, ma per me Zabriskie Point resta un film di profondo fascino e di incomparabile eleganza. E’ la perfetta dimostrazione di come rabbia e bellezza possano fondersi perfettamente”.
    Grazie a Tres per averlo inserito e… auguri di buona vacanza [sperando che sia una vacanza!]

  2. Gianni! E’ sempre una gioia quando commenti tu! Anch’io non sono proprio giovanissimo (anzi sono piuttostp vecchiotto): condividido con te il giudizio sul film, quando ero più giovane, mi recai (con mia moglie) nella “Valle della morte” e visitai di persona i luoighi dove fu girato il film, grande emozione, ricordi lontani! Mi spiace lasciare tutti voi per una decina di giorni, ma le mie stanche ossa richiedono attenzione, ci si rivede a Febbraio!

    tres

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star